UE: Due nuove etichette alimentari per intolleranza al glutine dal 2016

Volunteer translation to Italian welcome! Most importantly the news-facts (in white background, as opposed to my personal opinion in yellow). No payment, but your work will be credited by name and URL (if you want, of course). peter.nowee@seriousceliac.eu

World Trade OrganizationThe EU has notified the World Trade Organization (WTO) that it intends to allow two new labels on foods for people intolerant to gluten:

  • “gluten-free”: max. 20 ppm gluten (unchanged).
  • “very low gluten”: max. 100 ppm gluten (unchanged).
  • New label: “suitable for people intolerant to gluten”: may accompany “gluten-free” or “very low gluten” labels, without further requirements.
  • New label: “specifically formulated for people intolerant to gluten”: may accompany “gluten-free” or “very low gluten” labels, if the product is specially produced to
    • reduce the gluten content of gluten containing ingredients (i.e. gluten-free wheat starch), or
    • substitute the gluten containing ingredients with other ingredients naturally free of gluten.

Furthermore, the regulation explicitly forbids the use of these labels on baby milk, pointing to an earlier directive forbidding the use of gluten-containing ingredients in all baby milk.

Although the notification was sent to the WTO on 25 March 2014 already, it seems to have gone unnoticed by the celiac community until now, probably because the document was never really announced and is unlikely to be stumbled upon.

Continua a leggere UE: Due nuove etichette alimentari per intolleranza al glutine dal 2016

Free From Food expo 2013: Ultime notizie su senza glutine (foto, tweet, commento)

Peter Nowee, Il Celiaco Serio sulla Free From Food 2013, FreiburgScusate il ritardo, tutti! Ecco il mio resoconto sulla conferenza e fiera Free From Food, ho visitato il 4 e 5 giugno a Friburgo, Germania. E’ stato un evento interessante, e due giorni non sono stati sufficienti a coprire l’intero evento. Ho inviato 36 tweets durante l’evento e in questo post vi mostrerò le foto e le traduzioni italiane che vanno con loro. Sentitevi liberi di chiedere se si desidera qualche informazione in più su uno di essi. Alla fine di questo post, alcuni commenti personali su 1) le differenze di disponibilità di prodotti senza glutine tra la Germania e il Regno Unito, 2) le differenze in termini di consapevolezza del pubblico tra il mercato senza glutine e il mercato senza lattosio, e 3) la strategia della Federazione delle Associazioni dei Celiaci Europee (AOECS) sui cambiamenti nella legislazione europea “senza glutine”. Sentitevi liberi di lasciare i vostri commenti!
Continua a leggere Free From Food expo 2013: Ultime notizie su senza glutine (foto, tweet, commento)

Inviate le vostre domande! The Serious Celiac visiterà Free From Food 2013

Free From Food 2013La Celiachia Serious riporterà da Free From Food 2013, una conferenza e mostra sugli alimenti privi di allergeni, che si terrà a Friburgo, in Germania, il 4 e 5 Giugno 2013. Questo evento si rivolge rivenditori, produttori alimentari, associazioni di pazienti e medici, in breve, l’intero settore circostante celiachia e altre intolleranze e allergie. Anche se normalmente troppo costoso per il celiaco “comune”, The Serious Celiac ha ricevuto un biglietto di stampa, che significa che posso dare  una copertura in diretta dell’evento su Twitter e questo blog! Quali questioni scottanti su alimenti senza glutine pensi che dovrei chiedere?
Continua a leggere Inviate le vostre domande! The Serious Celiac visiterà Free From Food 2013

Commissione europea sul senza glutine: “un pari livello di protezione”

Simon Coveney, Irish Minister for Agriculture, Food and the Marine, presiding the 3234th meeting of the Council of the European Union, 22 April 2013. L’accordo politico del dicembre 2012, preparando il terreno per un trasferimento di “senza glutine” alla legislazione alimentare generale, è stato recentemente formalizzato dal Consiglio. Il giorno successivo, la Commissione europea ha annunciato come lei interpreta “almeno lo stesso livello di protezione” a significare: lo stesso livello di protezione come ora, anche se esteso nel campo di applicazione ai prodotti alimentari non preconfezionati. Ciò sembra confermare che il limite al contenuto di glutine (attualmente 20 ppm) rimarrà l’unico requisito. Continua a leggere Commissione europea sul senza glutine: “un pari livello di protezione”

UE divieto di “senza glutine” scongiurato; argomento delicato affidato ad un comitato chiuso

Questo testo è stato tradotto con l’aiuto di Google Translate. Mi scuso per eventuali errori. Si prega di contattare me con qualche correzione.

Il Parlamento europeo ha concordato di ritirare le disposizioni del “senza glutine” etichettatura dal regolamento sugli alimenti speciali, dopo tutto. Il divieto di uso di “senza glutine” etichette sul cibo normale è quindi evitata.

La Commissione europea ha convinto il Parlamento europeo e gli Stati membri che trasferirà le regole esistenti “senza glutine” al 2011 Regolamento sulle informazioni sugli alimenti ai consumatori (FIC), senza alcuna modifica.

L’accordo politico potrebbe essere interpretata nel senso che consente alla Commissione di introdurre un certo grado di requisiti aggiuntivi per l’uso del marchio, anche qualora sarebbe influire sulla scelta del consumatore celiaco.

Un appello per il cambiamento potrebbe derivare dal Comitato SCFCAH, un comitato consultivo della Commissione. Questo comitato potente ma chiuso avrà un ruolo chiave nell’evoluzione di questa questione nel 2013 ed è composto da funzionari degli Stati membri dell’UE. Una lobby dell’industria degli alimenti dietetici a questi funzionari potrebbe nuovamente portare a sorprese.

Ad esempio, questo blog ha scoperto che nel mese di ottobre 2012, un documento di lobbying dell’Associazione Italiana Celiachia AIC è stato redatto da un rappresentante del settore alimenti dietetici e nutrizione speciale. In risposta, l’AIC dice che in Italia, i consumatori e l’industria alimenti dietetici sono stati uniti su questo tema. Celiaci italiani ottenere i loro alimenti dietetici rimborsati dai loro assicurazione sanitaria nazionale. AIC dice che ha finito per accettare l’accordo politico e accoglie con favore l’invito alla Commissione di esaminare una possibile distinzione tra alimenti naturalmente privi di glutine e gli alimenti resi senza glutine. Per entrambe le categorie di alimenti, l’AIC ora è d’accordo con il mantenimento della condizione attuale di 20 mg / kg, senza requisiti supplementari a livello europeo. Invece, AIC intende utilizzare la distinzione di etichette al fine di mantenere requisiti supplementari per il rimborso di alimenti senza glutine a livello nazionale. Italia ha votato a favore dell’accordo.

Europarlamentare e relatore ombra Esther de Lange (Paesi Bassi, PPE) ha detto che la Commissione ha assicurato al Parlamento che le regole saranno trasferiti senza modifiche. Si prevede che il trasferimento è completato all’inizio del 2014.

Varie dichiarazioni fatte dalla Germania nel corso dei negoziati indicano che la Germania è sceso le sue obiezioni al “senza glutine” parte dell’accordo all’ultimo momento, anche se ancora votato contro l’intero accordo per altre ragioni non correlate con “senza glutine”.

Continua a leggere UE divieto di “senza glutine” scongiurato; argomento delicato affidato ad un comitato chiuso

Minaccia di divieto europeo di etichettatura “senza glutine” sui alimenti normali

Questo articolo è al momento disponibile solo in inglese e olandese. Vuoi contribuire la traduzione in italiano dell’intero articolo? Quando si inizia, si prega di inviare una mail a peter.nowee@seriousceliac.eu.

Enjoying “gluten free” logos in your supermarket or on your favorite food products? An imminent European regulation on medical foods (2011/0156(COD)) threatens to turn into a government-granted monopoly on the use of “gluten free” for the diet foods industry. If passed, regular gluten-free foods can no longer carry a “gluten free” label. How did this happen and what can be done to prevent this? Continua a leggere Minaccia di divieto europeo di etichettatura “senza glutine” sui alimenti normali

2011/0156(COD): Informazioni aggiuntive

Questo articolo è al momento disponibile solo in inglese e olandese. Vuoi contribuire la traduzione in italiano dell’intero articolo? Quando si inizia, si prega di inviare una mail a peter.nowee@seriousceliac.eu.

This article provides additional information for the article “Threat of European ban on ‘gluten free’ labelling of regular consumer foods”. Continua a leggere 2011/0156(COD): Informazioni aggiuntive